Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Il Blog di Petardo Cinema, cucina, turismo, fai da te...

Come progettare un impianto di irrigazione fai da te

petardo

 

In questo articolo verranno illustrate le linee guida essenziali per la progettazione di un impiando di irrigazione per il giardino di casa.

 

Prerequisiti e considerazioni iniziali.

Progettare e realizzare un sistema d’irrigazione fai da te interrato per il giardino di casa, e’ sicuramente un modo per risparmiare un po’ di danaro. Non è un lavoro proibitivo, ma occorre qualche conoscenza d’idraulica e di impianti elettrici.

Prima di iniziare, è bene verificare che la casa sia predisposta con la condotta dell'acqua di adeguata portata e una canalina per le connessioni elettriche che partono dall’interno della casa e terminano in un apposito pozzetto posto in giardino (Fig.2).

La prima cosa da conoscere è la pressione a disposizione all’uscita del tubo dell’acqua (in Bar) e la portata d’acqua (in litri/minuto). I valori adeguati ad un impianto d’irrigazione che utilizzeremo nell’esempio esplicativo del procedimento di progettazione sono:

Pressione = 2 Bar

Portata = 30 litri/min.

Utilizzeremo irrigatori a scomparsa (Fig.1) di tipo “statico” con raggio d’azione di ~4 metri.

 

Progettazione e scelta dei materiali

La prima cosa da fare è disegnare la piantina del giardino.

In Fig.2 l' esempio.

Sul foglio si disegnano gli irrigatori nelle posizioni adatte ad innaffiare completamente il prato tracciando attorno a ciascuno un angolo di circonferenza di 4 metri (il raggio d’azione) considerando una sovrapposizione tra due zone adiacenti di circa 1-2 metri.

Nell’esempio indicato in figura si sono considerati 8 irrigatori con angoli di irrigazione da 90 gradi e 180 gradi. Ora si può stimare la portata d’acqua complessivamente necessaria.

Dalle caratteristiche di ogni erogatore s’individua la portata d’acqua necessaria per ciascuno di essi.

Valori tipici, per 2 Bar di pressione, sono ad esempio Irrigatori da 90 gradi: 3.3 litri/minuto Irrigatori da 180 gradi: 5.8 litri/minuto.

Poiché utilizziamo 3 irrigatori da 90 gradi e 5 irrigatori da 180 gradi avremo bisogno di una portata d’acqua totale di: 3 x 3.3 + 4 x 5.8 = 38,9 litri/minuto, che e' superiore ai 30 litri/minuto che abbiamo a disposizione.

In questo caso occorrerà dividere in 2 settori la zona da innaffiare.

Le due zone verranno attivate in sequenza tramite una centralina di comando programmabile connessa a 2 elettrovalvole secondo lo schema di Fig.3.

In Fig.3 sono indicate le connessioni idrauliche necessarie. Se si hanno zone con rose, azalee ecc. o siepi, è utile anche prevedere un sistema di irrigazione a goccia (o impianto a gocce).

Ora possiamo fare l’elenco del materiale da acquistare per la realizzazione dell’impianto di irrigazione:

•Numero e tipo degli irrigatori.

•Lunghezza dei tubi (polietilene da 1/2 pollice)

•Numero e tipo di raccordi •Nastro in teflon per la sigillatura

•Elettrovalvole

•Timer per irrigazione

 
Come progettare un impianto di irrigazione fai da te
Come progettare un impianto di irrigazione fai da te
Come progettare un impianto di irrigazione fai da te
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenti
F
Ottimo articolo! Leggi anche questo che ti dice come scegliere gli "impianti irrigazione"
http://www.ilpolliceverde.com/impianti-irrigazione/
Rispondi