Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Il Blog di Petardo Cinema, cucina, turismo, fai da te...

Ma... le pastiglie per lavastoviglie Finish Powerball come vanno?

petardo

 

Le case produttrici di detersivi le provano tutte pur di riuscire ad aumentare le vendite di nuovi prodotti. Anche i detersivi per lavastoviglie non si sottraggono a questa prassi.

Sicuramente ci sono anche motivi riguardanti il miglioramento continuo del prodotto, ma temo che a volte ci possa essere solo un elemento di design o restyling furbetto che, pur non apportando particolari migliorie dal punto di vista funzionale, cercano di accalappiare pubblico grazie alle forme attraenti, magari facendole pure pagare di più rispetto al vecchio prodotto.

Dalla mia esperienza, che peraltro potrebbe non essere comune a quella di altri, le Finish Powerball sono uno di questi casi.

In effetti, non si può dire che le forme non abbiano un certo appeal, e anche la consistenza ha un suo, seppur limitato, scopo. Anziché' essere in polvere, liquido o gel, questo prodotto della famosa e anche ottima marca Finish è essenzialmente un parallelepipedo solido grande poco meno delle normali vaschette per il detersivo delle lavastoviglie. Quindi, è un vantaggio, non è possibile rovesciare malamente il detersivo per terra, nei mobiletti della cucina o nella lavastoviglie, ma fuori dalla zona apposita. Oltretutto, per probabili problemi di umidità che potevano far attaccare le tavolette le une alle altre, ciascuna è avvolta in un involucro che, durante il lavaggio, si scioglie.

Ma non solo.

Anziché' fare una tavoletta costituita da un insieme omogeneo di prodotti chimici adatti al lavaggio, le Finish Powerball sono costituite da 3 elementi legati pure in modo scenografico: una parte bianca, una parte blu, e una pallina rossa, di materiale che appare gelatinoso, al centro. I 3 elementi dovrebbero assolvere alla funzione di dare lucentezza (la pallina), di salinizzazione (la parte bianca, suppongo) e di scioglimento dello sporco (la parte blu).

Tutto perfetto? Be', quasi. Io personalmente, per almeno 3 tipi diversi di lavastoviglie, ho trovato che i problemi superavano gli (eventuali) vantaggi. In una lavastoviglie (non molto recente, in realtà) la vaschetta era troppo simile alle dimensioni della compressa e, se si riusciva a chiudere lo sportello, lo stesso, durante il lavaggio, non si apriva. In una seconda lavastoviglie la compressa appariva non sciogliersi completamente e in una terza la pallina rossa rimaneva appiccicata ai cestelli, quasi intatta.

Insomma, non ho avuto fortuna.

Considerando inoltre che ciascuna tavoletta costa circa 0.2 euro, che mi sembra di più dei normali detersivi e che la quantità di detersivo non può essere modulata in funzione della quantità di stoviglie da lavare o del tipo di sporco, preferisco di gran lunga rivolgermi ad altri prodotti Finish, in particolare quelli liquidi (o gel).

 

File:Detergent tablet.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenti