Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Il Blog di Petardo Cinema, cucina, turismo, fai da te...

E ora dove andiamo? (Nadine Labaki - 2011)

petardo

 

In un posto dimenticato da Dio e dagli uomini, in mezzo a brulle e sassose colline del Libano, gli uomini di un piccolo villaggio si contendono il loro Dio. O, meglio, i loro Dei.

 

Il paese è diviso tra cristiani e musulmani, in una sorta di tranquilla convivenza che rimane tal solo fino a quando non irrompe una antenna parabolica che invia nell'unico televisore disponibile immagini di sanguinose guerre tra religioni in corso nella restante parte della terra.

 

Queste faide accendono gli spiriti calienti dei "machi" locali' Tra scherzi più o meno cruenti, la tensione tra i 2 gruppi religiosi tende pericolosamente a salire. Il richiamo delle rare e nascostissime armi si fa così pressante. Sta alle donne della cittadina il compito di distrarre gli sciocchi ometti con metodi più o meno ortodossi, come l'assoldare un gruppo di improbabili ballerine russe o organizzare una festa con torte dai contenuti, diciamo così, "stupefacenti".

 

Nadine Labaki è la giovane protagonista, sceneggiatrice e regista di questo interessantissimo quanto bizzarro film. Classe 1974, ha le idee chiare e, pur non pensando che le donne siano geneticamente migliori dell'uomo, ritiene che per la pace siano più portate di quei sempliciotti fumini dei maschi, tentati dagli integralismi che da sempre le donne subiscono (da qualsiasi parte provengano).

 

Il film sorprende anche per i piccoli intermezzi quasi da musical che lo punteggiano qua, e che rendono il racconto, se possibile, ancora più "leggero", nonostante la serietà e la drammaticità dell'argomento trattato. Non per questo il film è meno graffiante, anzi, mette meglio in luce, ridicolizzandoli, gli atteggiamenti più retrogradi e ottusi.

 

Insomma, una seconda ottima prova alla regia (dopo Caramel) della bella Nadine, che, penso, ci sorprenderà ancora in futuro.

 

 

 

E ora dove andiamo? (Nadine Labaki - 2011)
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenti