Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Il Blog di Petardo Cinema, cucina, turismo, fai da te...

Come risolvere problemi di cattivi lavaggi e cattivi odori della lavastoviglie in 8 punti

petardo

 

La lavastoviglie e’ diventata uno degli elettrodomestici piu’ amati perche’ permette di semplificare le noiose operazioni di pulizia di piatti, padelle, pentole e posate.
Come ogni elettrodomestico, anzi, forse un po’ di piu’ degli altri, anche la lavastoviglie necessita di una certa manutenzione per evitare che la pulizia delle stoviglie non sia quella che ci si aspetta.
Inoltre, chi non ha mai sperimentato un problema di “alito pesante” della lavastoviglie stessa quando la si apre?

Ecco qui un elenco di 8 semplici regole utili per cercare di mantenere la lavastoviglie in perfetta efficienza.

Come risolvere problemi di cattivi lavaggi e cattivi odori della lavastoviglie in 8 punti

1) Pulite dalle incrostazioni la vaschetta del detersivo.


Residui di detersivo, soprattutto quello in polvere, possono far inceppare i piccoli leveraggi plastici che aprono la vaschetta quando il programma lo richiede. Di solito questo problema e’ evidente, se la lavastoviglie finisce il lavaggio ma la vaschetta appare ancora chiusa. In alcuni casi meno: la vaschetta riesce ad aprirsi subdolamente non nel momento giusto ma dopo, rendendo il lavaggio meno accurato e, magari, lasciando residui.
La presenza di incrostazioni nella zona di chiusura dello sportello della vaschetta del detersivo e’ facilmente rimovibile, eventualmente aiutandosi con un piccolo cacciavite, agendo pero’ molto delicatamente per evitare di danneggiare il piccolo meccanismo.

http://thumbs.ebaystatic.com/images/g/MuoAAOSwJ7RYUFS3/s-l225.jpg

http://thumbs.ebaystatic.com/images/g/MuoAAOSwJ7RYUFS3/s-l225.jpg

2) Ricordarsi di mettere il sale.


Oltre al detersivo, le normali lavastoviglie richiedono il sale, necessario a far funzionare l’addolcitore che serve a rendere meno calcarea l’acqua del lavaggio. Questo migliora l’azione di pulizia ed evita incrostazioni di calcio. La mancanza del sale puo’ provocar striature di calcare, visibili soprattutto sui bicchieri. Di solito una spia sulla plancia comandi della lavastoviglie si accende per indicarne la mancanza.

Per mettere il sale si toglie il tappo relativo presente sul fondo della lavastoviglie (vedi immagine qui sotto). Si versa un po' di acqua e quindi si mette il sale presente nelle confezioni apposite.

https://i.ytimg.com/vi/OE_zpkq_vjw/hqdefault.jpg

https://i.ytimg.com/vi/OE_zpkq_vjw/hqdefault.jpg

3) Ricordarsi di mettere il brillantante.


Oltre al detersivo e al sale, le normali lavastoviglie richiedono anche il brillantante. Questo liquido e’ utile in fase di risciacquo perche’ evita sulle stoviglie la formazione di goccioline che, asciugandosi, possono lasciare aloni.  Di solito una spia sulla plancia comandi della lavastoviglie si accende per indicarne la mancanza.

http://1.bp.blogspot.com/-v3_BEpqXrb8/UZKoveIrTWI/AAAAAAAAAZk/IASJwI8M7F4/s1600/pril-brillantante2.jpg

http://1.bp.blogspot.com/-v3_BEpqXrb8/UZKoveIrTWI/AAAAAAAAAZk/IASJwI8M7F4/s1600/pril-brillantante2.jpg

4) Pulire periodicamente il filtro


Sul fondo della lavastoviglie e’ sempre presente un filtro a piu’ sezioni che serve ad evitare che residui di cibo ritornino in circolo con l’acqua del lavaggio. Durante lo scarico, questi residui dovrebbero essere espulsi, ma inevitabilmente qualcosa rimane incastrato nei filtri, per cui occorre pulirli.
Seguendo le istruzioni del manuale dell’elettrodomestico, si disinseriscono dalla loro sede i vari elementi che compongono il filtro e si lavano in acqua calda in modo che residui di cibo piccoli e grandi siano completamente rimossi. Quindi si rimettono in sede esattamente come erano prima. Evitate assolutamente di far funzionare la lavastoviglie senza filtri.

http://www.agrodolce.it/wp-content/uploads/2015/02/filtro-640x488.jpg

http://www.agrodolce.it/wp-content/uploads/2015/02/filtro-640x488.jpg

5) Pulire periodicamente gli irroratori o “giranti”.


Per agire correttamente con getti d’acqua sui vari elementi da lavare presenti nella lavastoviglie, i costruttori usano normalmente bracci girevoli azionati dall’acqua stessa. Ruotando, le giranti direzionano i getti in modo il piu’ uniforme possibile. La rotazione delle giranti e’ prodotta dalla direzione obliqua di alcuni di questi getti di acqua.
I residui presenti nell’acqua del lavaggio, nonostante i filtri, possono accumularsi all’interno di queste giranti. Se queste particelle sono di dimensioni superiori ai fori dei getti, possono tapparli, causando problemi dovuti all’assenza di getti di acqua in alcune zone. In alcuni casi possono anche impedirne la rotazione. Il risultato e’ un lavaggio imperfetto.
Per pulirli occorre rimuoverli dalle proprie sedi. Normalmente ne sono presenti 2: una girante per il cestello inferiore e una per quello superiore. Sono innestate a baionetta o tramite ghiere. A questo proposito si leggano le istruzioni di smontaggio sul manuale.
Sotto un getto di acqua, si inserita’ all’interno di queste giranti, attraverso il foro centrale grande circa 2 centimetri, l’acqua. Questa uscira’ dai vari ugelli. Dagli ugelli tappato non uscita’ acqua, o ne uscira’ molto poca. Con l’aiuto di un oggetto appuntito si cerchera’ quindi di rimuovere l’indesiderato residuo. Questa operazione va ripetuta fino a quando non ci saranno piu’ ugelli tappati. Quindi si riinseriranno le giranti nelle loro sedi, avendo cura di fissarle correttamente.

https://ilmondodellalavastoviglie.files.wordpress.com/2014/11/images-1.jpg?w=300&h=190

https://ilmondodellalavastoviglie.files.wordpress.com/2014/11/images-1.jpg?w=300&h=190

6) Pulite periodicamente la guarnizione di tenuta (chiamata anche guarnizione perimetrale) dello sportello della lavastoviglie.


Detriti di cibo o altro sulla guarnizione presente attorno allo sportello principale della lavastoviglie possono ridurre la tenuta ermetica e, a lungo andare, danneggiare la guarnizione stessa. Questo potrebbe causare sgradite perdite di acqua durante il funzionamento.

https://www.spareparty.com/assistenza/la-guarnizione-perimetrale-e-la-guarnizione-inferiore-della-tua-lavastoviglie-innestate-ad-incastro-dove-fa-battuta-la-porta-ti-risultano-cotte/

https://www.spareparty.com/assistenza/la-guarnizione-perimetrale-e-la-guarnizione-inferiore-della-tua-lavastoviglie-innestate-ad-incastro-dove-fa-battuta-la-porta-ti-risultano-cotte/

7) Pulite periodicamente i 2 cestelli grandi e il cestellino posta posate


Nonostante i lavaggi, capita talvolta che incrostazioni di cibo si accumulino in certe zone di queste parti della lavastoviglie, soprattutto il cestello delle posate e’ soggetto a questo problema. Basta rimuovere i cestelli dalle loro sedi e lavarli con acqua calda, spazzola e detersivo per piatti.

http://www.distriparts.it/image/cache/data/AR257140indesit_0000-500x500.jpg

http://www.distriparts.it/image/cache/data/AR257140indesit_0000-500x500.jpg

8) Come combattere i cattivi odori.


Capita che talvolta la lavastoviglie abbia un “alito cattivo”. Ho notato che questo succede di piu’ se si usano programmi “brevi”.
Per risolvere questo problema usare aceto puro e’ generalmente sconsigliato, in quanto puo’ dare luogo a danni permanenti a causa della corrosione che puo’ provocare.
Oltre ai vari prodotti adatti allo scopo presenti al supermercato (ad esempio proposti da Finish e Pril), una idea “fai da te” spesso utilizzata e’ con il bicarbonato di sodio.
Si cosparge il fondo della lavastoviglie con del bicarbonato, e si lascia riposare una notte. Poi si fa un lavaggio completo con la lavastoviglie vuota. Di solito funziona.

http://www.vitadamamma.com/wp-content/uploads/2016/02/Remove-lime-build-up-from-dishwasher.jpg

http://www.vitadamamma.com/wp-content/uploads/2016/02/Remove-lime-build-up-from-dishwasher.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenti