Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Il Blog di Petardo Cinema, cucina, turismo, fai da te...

Still Alice - (Richard Glatzer, Wash Westmoreland, 2014) - Recensione - Con Julianne Moore, Kristen Stewart, Alec Baldwin, Kate Bosworth, Hunter Parrish

petardo

 

Una serie di piccoli eventi inattesi, come il non ricordarsi una parola, un appuntamento, oppure ancora, certamente piu' grave soprattutto in assenza di eventi traumatici a carico del cervello, non ricordarsi in che parte della citta' si sta facendo jogging, ha convinto Alice Howland a rivolgersi ad un neurologo.

Lei, cinquantenne di bella presenza e professionalmente di successo (insegna come linguista alla Columbia University) si ritrova fragile e smarrita quando il medico le prospetta che la causa dei sintomi accusati potesse essere il morbo di Alzheimer.

Accompagnata dal marito, successivamente informato del suo stato, fara' ulteriori esami clinici mirati che confermeranno una rara forma di Alzheimer precoce.

La malattia degenerativa agira' piuttosto rapidamente, compromettendo sempre piu' la sua capacita' di articolare le parole, ricordare eventi e, infine, compiere le azioni piu' comuni come allacciarsi le stringhe delle scarpe.

Ad accompagnarla in questo triste epilogo della sua vita, il marito che, assieme ai suoi 3 figli, non le faranno mai mancare l'affetto.

Alice usera' gli strumenti tecnologici oggi a disposizione (smartphone e pc) per cercare di tenere allenato il cervello, ma, soprattutto, per misurare il progredire della malattia, ralizzando anche filmati nei quali lei, ancora presente a se stessa, dira' alla Alice futura cosa fare nel caso in cui non riuscisse piu' a rispondere alle semplici domande dei test ai quali si sottoponeva quotidianamente... 

 

Still Alice e' tratto dall'omonimo romanzo di Lisa Genova, neuropsichiatra laureata ad Harvard.

La conoscenza della malattia di cui si parla e' evidente nel film, che non si lascia andare a facili pietismi o sentimentalismi ma tratta l'argomento con correttezza, senza per questo diventare poco avvincente.

Sicuramente la riuscita del lungometraggio si deve almeno parzialmente all'ottima interpretazione di Alice da parte di Julianne Moore, che per questo lavoro vincera' l'oscar come migliore attrice protagonista del 2015.

La regia e la sceneggiatura, anch'esse notevoli, sono di Richard Glatzer e Wash Westmoreland. Glatzer, affetto da sclerosi laterale amiotrofica, per le comunicazioni con il cast si aiutera' con strumenti quali l'iPod. Morira' l'anno successivo la conclusione del film.

 

Un'attenzione particolare alla visione di questo film lo devono tenere i potenziali ipocondriaci, che sicuramente si riconosceranno in molti sintomi della grave malattia che ha colpito Alice. Infatti, chi di noi non ha mai provato almeno una volta vuoti di memoria che ci hanno impedito di ricordare nomi o numeri di telefono che in altre occasioni conoscevamo perfettamente?

 

 

Still Alice - (Richard Glatzer, Wash Westmoreland, 2014) - Recensione - Con Julianne Moore, Kristen Stewart, Alec Baldwin, Kate Bosworth, Hunter Parrish
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenti