Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Il Blog di Petardo
  • Il Blog di Petardo
  • : Cinema, fai da te, cucina e altro
  • Contatti

Testo Libero

21 agosto 2017 1 21 /08 /agosto /2017 04:32

 

Nonostante in Iran, per ragioni di "buoncostume", le donne non possono entrare negli stadi, la protagonista di Offside decide di disubbidire al padre e alle regole della societa' di quel paese per assistere alla attesa partita di qualificazione della nazionale dell'Iran per i mondiali che si terranno in Germania.

Vestita in modo (leggermente) camuffato, deve affrontare parecchi ostacoli per riuscire ad entrare indenne. Anche i prezzi dei biglietti dei bagarini per lei che e' una ragazza lievitano notevolmente.

Alla fine, all'interno dello stadio, la scoprono e la portano in una zona da dove non si vede il campo. Li' sono "racchiuse" dietro alcune transenne altre ragazze che come lei volevano assistere alla gara.

Sono controllate a vista da solerti e alquanto imbranati militari, ai quali daranno qualche grattacapo... 

 

Offside e' il quinto lungometraggio del regista iraniano Jafar Panahi che, a causa delle critiche dei suoi film al regime iraniano e' stato piu' volte arrestato e detenuto in quel paese, e ha il divieto di girare film. Divieto che peraltro lui riesce ad eludere spesso, come per "Taxi Teheran", del 2015 (vedi http://petardo.over-blog.it/2017/02/taxi-teheran-jafar-panahi-2015-recensione.html ).

Peraltro, sia in Offside che in Taxi Teheran, queste critiche sono molto leggere. Sembra si limiti semplicemente a narrare i fatti che avvengono in quel paese, senza particolare acrimonia.

Certo usa una certa dose di ironia, e capisco che questo possa dare fastidio al regime.

Qui, in Offside, le ragazze, generalmente assai piu' carine e "vispe" dei maschi, li mettono spesso dialetticamente in crisi evidenziando le assurdita' di certe regole assurde che i poveri militari di leva, un po' confusi, devono far rispettare.

L'idea del film e' certamente buona, ma una certa ingenuita' della sceneggiatura non lo rende interessante e fruibile come potrebbe.

Piuttosto annoiante e' il rumore di fondo degli spalti dei tifosi che per 3/4 del film fa da colonna sonora.

Offside ha vinto l'Orso d'argento per la migliore regia al Festival di Berlino del 2006.

 

Offside - (Jafar Panahi, 2006) - Recensione - Con Sima Mobarak Shahi, Safar Samandar, Shayesteh Irani, Ida Sadeghi, Golnaz Farmani

Condividi post

Repost 0
Published by petardo - in Film
scrivi un commento

commenti

Pagine