Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Il Blog di Petardo
  • Il Blog di Petardo
  • : Cinema, fai da te, cucina e altro
  • Contatti

Testo Libero

11 settembre 2017 1 11 /09 /settembre /2017 04:04

 

Della presenza di questo paese, situato nella zona delle Langhe piemontesi, non distante da Alba, sono venuto a conoscenza tramite una trasmissione televisiva. Un documentario francese fatto molto bene su alcune zone del Piemonte tra le quali Roddi.

L'elemento architettonico e storico principale del paese e' il castello, che caratterizza lo skyline del posto, in quanto e' sulla sommita' della collina. Attorno si sviluppa il paese, dall'aspetto curato e pulito (non sembra una zona depressa, anzi, suggerisce un tenore di vita di livello medio-alto).

Meno bentenuto, purtroppo, e' proprio il castello, acquisito dal comune nel 2001. Questo e' sicuramente uno svantaggio ma anche un vantaggio, in quanto non ha subito ricostruzioni pesanti (almeno in certe parti), che si presentano esattamente come erano alle origini.

Il gruppo del castello si puo' dividere in tre parti. La piu' recente, restaurata, e' una pertinenza ottocentesca che costituiva le scuderie. Oggi c'e' la biglietteria (la visita e' guidata, a 5 euro) e un piccolo museo dedicato a Giacomo Morra, ex sindaco del paese, l'uomo che ha intuito le potenzialita' turistiche ed economiche di uno dei prodotti piu' famosi del territorio: il tartufo.

In questa ala del castello e' stata realizzata anche una scuola di cucina.

A fianco di questa pertinenza c'e' una costruzione rinascimentale, in corso di restauro, e alla sua destra la parte piu' interessante e piu' antica del castello.

Le prime fortificazioni fatte in questo luogo risalgono all'XI secolo, ma cio' che rimane della parte piu' antica e' trecentesca.

Nelle prime foto qui sotto, la struttura principale del castello, che definisce il caratteristico skyline del paese.

Nel giardino circostante, curiose strutture metalliche ricordano una delle attivita' tipiche della zona: la ricerca dei tartufi con l'aiuto dei cani addestrati allo scopo. Qui a Roddi c'e' la cosiddetta "Universita' dei cani da tartufo".

 

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

All'interno, la prima stanza visitabile e' il salone delle feste, con grande camino e stemma araldico.

Attualmente c'e' anche una mostra di quadri di Giorgio Giraudi.

 

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

Il castello e' stato a lungo abbandonato. In precedenza, qualche incauto possessore ha pensato bene di intonacare le pareti di bianco, coprendo cosi' i numerosi e interessanti affreschi sottostanti.

Oggi c'e' qualche tentativo di ripulitura e restauro per rimettere alla luce queste opere, ma i mezzi finanziari sono quello che sono...

Anni di abbandono hanno accumulato alle pareti molti graffiti di persone che sono state qui, con date che vanno dalla fine dell'800 al periodo della seconda guerra mondiale.

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

Interessante il soffitto ligneo decorato di alcune stanze.

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

Nell'immagine qui sotto, la "firma" di uno degli architetti che hanno lavorato nel castello, di foggia medievale. E' scritta da destra a sinistra.

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

Il tetto, con travi anche piuttosto recenti, copre la merlatura originale.

Il castello di Roddi (CN)

Il piano seminterrato offre l'interessante visione delle due antiche cucine, con relativo pozzo.

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

Qui sotto la zona restaurata, e il piccolo museo dedicato a Morra con audiovisivo.

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

Attorno al castello, interessanti le strutture delle panchine e della rastrelliera portabiciclette, recenti ma che ben si adattano all'architettura circostante.

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

Affiancata al castello, la barocca chiesa parrocchiale di Maria Vergine Assunta.

Pare che controversie tra il clero e i proprietari del castello dell'epoca hanno limitato l'altezza della chiesa che altrimenti impediva la vista della vallata sottostante dalle finestre del maniero.

Il castello di Roddi (CN)

A Roddi si tiene annualmente il "Premio Roddi", un concorso di poesia per giovani e adulti, in lingua italiana e in dialetto piemontese.

A rappresentare questa vocazione poetica, attorno alle mura del castello ci sono brani di famose poesie scritte con caratteri metallici.

Il castello di Roddi (CN)
Il castello di Roddi (CN)

Sul lato sinistro del piazzale del castello, un bar con vendita di ottimi prodotti tipici (a prezzi corretti) e' gestito dall'istruttore dei cani da tartufo, il quale e' stato lieto di raccontarci alcune curiosita' e caratteristiche dei prodotti in esposizione.

Link:

http://www.universitadeicanidatartufo.it/

http://www.castellodiroddi.it/

http://www.comune.roddi.cn.it/

Condividi post

Repost 0
Published by petardo - in Turismo
scrivi un commento

commenti

Pagine