Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Il Blog di Petardo
  • Il Blog di Petardo
  • : Cinema, fai da te, cucina e altro
  • Contatti

Testo Libero

19 agosto 2017 6 19 /08 /agosto /2017 04:30

 

Negli anni '50 molti irlandesi emigravano negli Stati Uniti in cerca di lavoro e di un futuro migliore.

Organizzazioni, spesso gestite da ecclesiastici, organizzavano queste migrazioni, e fornivano assistenza in territorio americano.

Anche Eilis Lacey, ragazza timida dall'aspetto "normale" e' insoddisfatta della sua vita in Irlanda. Decide di partire, anche se deve lasciare l'amata e apparentemente piu' fortunata sorella e la madre, che non vorrebbe.

Gli incontri con disinibite ragazze che avra' gia' sulla nave che nel convitto dove alloggia e al lavoro come commessa la faranno crescere in fretta.

L'autostima e la sicurezza aumenteranno anche grazie ai successi scolastici (il prete le ha fatto fare un corso da contabile) e a Tony, un ragazzo di origine italiana che ha cominciato a frequentare.

Improvvisamente, la sorella rimasta in Irlanda muore. Lei, prima di tornare per un mese in patria a trovare la madre rimasta sola si sposa segretamente con Tony. Fu lui a chiederglielo, perche' temeva che Eilis avrebbe potuto non tornare mai piu', ed in effetti non aveva tutti i torti...

 

Interessante e ottimamente sceneggiato da Nick Hornby, Brooklyn e' un film di stampo tradizionale che "funziona" perfettamente.

L'attenzione viene mantenuta sempre alta senza ricorrere a trucchi o effetti speciali, e i dialoghi sono ottimi.

Ottime sono anche la regia e le prove degli attori, in particolare efficace pur nel suo essere "normale" e' la protagonista, interpretata da Saoirse Ronan.

 

 

 

 

Brooklyn - ( John Crowley, 2005) - Recensione - Con Saoirse Ronan, Domhnall Gleeson, Emory Cohen, Jim Broadbent, Julie Walters

Condividi post

Repost 0
Published by petardo - in Film
scrivi un commento

commenti

Pagine