Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Il Blog di Petardo
  • Il Blog di Petardo
  • : Cinema, fai da te, cucina e altro
  • Contatti

Testo Libero

7 giugno 2017 3 07 /06 /giugno /2017 04:09

 

In un giardino posto attorno ad una villetta dotato di irrigazione automatica, zone di erba secca posizionate in un certo settore fanno capire che c'e' qualcosa che non va, probabilmente nell'irrigazione.

Di solito, come in questo caso, l'irrigazione e' azionata un settore per volta, in quanto la portata di acqua generalmente non e' sufficiente per innaffiare zone di piu' di circa 50 mq.

In sequenza la centralina dell'irrigazione attiva le elettrovalvole che aprono la condotta di acqua verso i vari settori (4 in questo caso), uno per volta.

Uno dei settori non era innaffiato a causa della non attivazione corretta dell'elettrovalvola. Con un tester si puo' andare a misurare la tensione tra i 2 terminali dell'elettrovalvola per vedere se gli arrivano i 24 V quando e' selezionata dalla centralina.

Se gli arrivano correttamente 24 V ma l'innaffiatura non parte, significa che l'elettrovalvola e' guasta. (Nota: se non gli arriva la tensione corretta il problema e' nella centralina o nel collegamento elettrico).

Una elettrovalvola si compone della parte idraulica, di solito a forma di toroide, dove c'e' un foro di ingresso per l'acqua e uno di uscita. Il secondo componente principale dell'elettrovalvola e' il cosiddetto "solenoide". Da questo elemento escono 2 fili elettrici che vanno collegati alla centralina.

In teoria in una elettrovalvola non funzionante il problema potrebbe essere nella parte idraulica o nell'elettrovalvola. Per mia esperienza e' molto piu' comune che la parte che si guasta e' il solenoide.

Per verificare che il problema sia questo, in un sistema a piu' elettrovalvole e' sufficiente scambiare il solenoide dell'elettrovalvola incriminata con quello adiacente e verificare che l'assenza di l'innaffiatura passi da un settore all'altro.

Per fare questo e' bene:

1) Chiudere il rubinetto principale dell'acqua

2) Svitare il solenoide "dubbio" e mettere al suo posto il solenoide di una elettrovalvola funzionante, mentre quello "dubbio" andra' avvitato all'elettrovalvola che era funzionante.

3) Riaprire il rubinetto dell'acqua e attivare l'irrigazione.

 

Stabilito che il problema e' del solenoide, a questo punto non serve cambiare tutta l'elettrovalvola, operazione peraltro piuttosto disagevole, ma solo il solenoide guasto. Oltretutto, se lo si trova separato dall'elettrovalvola, il solenoide costa meno.
Sebbene i solenoidi da 24 V per irrigazione sono spesso compatibili, e' bene sceglierne uno dello stesso tipo e marca di quello da sostituire. Nell'esempio indicato nelle foto la marca delle elettrovalvole e' Toro.

 

Per sostituire il solenoide guasto bisogna tagliare le connessioni dello stesso dal circuito elettrico, e collegarli al solenoide nuovo.

 

In genere queste connessioni si fanno con gli adatti morsetti, poi sigillati con una guaina termorestringente. Io ho usato normali capicorda che poi provvedero' a sigillare con silicone non conduttivo, anche se non penso che l'umidita' di queste connessioni possa causare malfunzionamenti, in quanto non sono collegati direttamente alla rete a 220V, ma attraverso un trasformatore.

 

A questo proposito c'e' da sottolineare che, in un impianto correttamente progettato e funzionante, l'operazione di collegamento dei fili non comporta pericoli di "folgorazioni". Pero', dato che "non si sa mai", e' consigliabile fare questa operazione dopo aver staccato la 220V che alimenta la centralina. 

 

NOTA: queste operazioni sono piuttosto semplici, ma occorre avere un minimo di esperienza in elettricita', impianti idraulici e, in genere, nel "fai da te". Per questo non sia assumono, ovviamente, responsabilita' in seguito a danni a cose o persone causate da operazioni errate.

Come riparare un impianto di irrigazione con elettrovalvola da 24V guasta sostituendo solo il solenoide

Nell'immagine sopra riportata, le 4 elettrovalvole poste nella botola del giardino che le contiene. Quella guasta e' la seconda da sinistra. Si possono vedere chiaramente i cilindri dei solenoidi con i fili elettrici con la guaina di colore rosso che entrano negli stessi.

Nell'immagine sottostante si vede il secondo solenoide che e' stato sostituito (il tipo nuovo, pur essendo della stessa marca, Toro, non ha piu' il bottoncino metallico sul fondello).

Piu' sotto ancora, un dettaglio del solenoide sostituito e due immagini del vecchio solenoide. Si vede la filettatura che consente agevolmente di avvitare o svitare questo componente per la sostituzione.

Come riparare un impianto di irrigazione con elettrovalvola da 24V guasta sostituendo solo il solenoide
Come riparare un impianto di irrigazione con elettrovalvola da 24V guasta sostituendo solo il solenoide
Come riparare un impianto di irrigazione con elettrovalvola da 24V guasta sostituendo solo il solenoide
Come riparare un impianto di irrigazione con elettrovalvola da 24V guasta sostituendo solo il solenoide

Condividi post

Repost 0
Published by petardo - in Fai da te
scrivi un commento

commenti

Pagine